Carrubo

Ceratonia Siliqua

La pianta del carrubo può raggiungere anche i dodici metri di altezza, la chioma è sempreverde e globosa ed è un pianta tipica del bacino del mediterraneo.
Le foglie sono persistenti, simmetriche, composte paripennate, formate normalmente da quattro cinque coppie di foglie, quasi alterne.

Le radici possiedono speciali acidi capaci di attaccare, penetrare, spaccare e frantumare la dura e forte roccia calcarea, fornite di noduli che ospitano colonie di milioni di batteri.
La pianta fiorisce nei mesi di luglio-agosto fino a dicembre.
I fiori sbocciati prima del tempo, a seconda dell’atmosfera umida o calda, il frutto è un baccello pendente, lungo da dieci a venti centimetri, di colore verde chiaro prima della maturazione, più o meno striato di rossiccio e nerastro alla maturazione, il frutto è commestibile dall’uomo e molto appetito dai cavalli.

Grandi carrubi sono presenti nelle campagne del meridione offrendo ombra e foraggio al bestiame, i semi di carrubo sono di grandezza uniforme per cui furono usati dai gioiellieri come unità di peso per le pietre preziose :”carato”deriva dal greco keràtion “Baccello di carrubo”.
Bene si è adattato all’ambiente urbano offrendosi come splendide e maestose piante ornamentali.

In condizioni ottimali è una pianta longeva.
Si consigliano leggere potature e non ha necessità di concimazioni frequenti ma solo nei primi anni di vita quando la pianta si deve sviluppare.